10/12/11

Avvento: tempo di attesa e di preparativi

Come tutti i paesi di area germanofona, l'Avvento è un periodo importantissimo in Alto Adige, denso
di riti, preparativi, tradizioni da rispettare.Quattro domeniche scandite dalla luce delle candele della Corona d'Avvento, accese una ad una per ogni domenica.



Quattro domeniche ritmate dai canti e dalle preghiere, dai lavoretti per preparare decorazioni fatte
a mano e dai profumi che si espandono dalle cucine che sfornano ogni bendidìo. 
Pace, gioia, attesa... ma pure un grande e infernale lavoro, diciamocelo.
Ecco calore... tanto calore... quello dei forni, accesi incessantemente... perché non è una casa altoatesina che si rispetti quella che non abbia almeno 15 tipi di biscotti fatti in casa da preparare per Natale.

Una volta per sfizio mi sono messa a contare le ricette in un libro di biscotti natalizi tradizionali: erano 153.

Non ho intenzione di ammorbare nessuno con 153 ricette di biscotti, però qualche cosina la faccio
anche io. Il mio forno è già rovente. Il calendario dell'avvento, quello a finestrelle, è già arrivato al numero 10
e sono a buon punto: albero fatto, decorazioni appese, sfornato lo stollen di ricotta, che deve riposare,
e preparato i zelten da regalare.



.
Manca il menù delle feste...
Di sicuro ci saranno i passatelli, secondo la preziosissima ricetta del mio cuoco modenese (sassuolese!) preferito Gian Luca Rosini, chef de Lo stallino di Castelnuovo Rangone.
E poi?


foto di Bmdcc
© 2015 Bacio meglio di come cucino Tutti i diritti riservati

4 commenti:

Blog.Nadeshiko.it ha detto...

Festeggiare il Natale in area germanofona deve essere qualcosa di speciale! prima o poi mi piacerebbe partecipare, soprattutto ai preparativi.. mangerecci! :D

La bibliotecaria ha detto...

prova

LaDamaBianca ha detto...

commento di prova.

Pryntyl ha detto...

EVVIVAAAA!!! FUNZIONA!!! :D