17/10/11

World Bread day - Festa del pane di Bressanone



Oggi è la giornata mondiale del pane e ne approfitto per raccontare della Festa dell pane che si è svolta due settimana fa a Bressanone.












.

Esattamente uguale a se stessa, ogni anno si ripete il rito del mercato del pane e dello studel in concomitanza con la messa di ringraziamento per il raccolto, che si svolge in duomo.

.
Il pane altoatesino è essenzialmente un pane nero, di segale, dato che a queste latitudini il grano non cresce, lievitato con la pasta acida. Per renderlo più digeribile viene addizionato di cumino (Kümmel), un seme che molto confondono con i cosiddetti "semi" di finocchio.
.


Il pane veniva cotto una o due volte l'anno e conservato in apposite rastrelliere alloggiate nel sottotetto dei masi, al fresco. O per meglio dire "al freddo" ;-).
.


.

Il mercato diventa ovviamente l'occasione per valorizzare la cultura e le tradizioni altoatesine, con dimostrazione di trebbiatura manuale, musica e balli in costume.





.


.


.











.

I pani più tipici sono la coppia venostana Vinschger Paarl, due panini piccoli attaccati; la pagnotta pusterese Pusterer Breatl (vedi foto iniziale) e lo Schüttebrot, pane sottile e croccante.







Grande successo hanno inoltre i vari Früchtebrot, i pani di frutta: noci, nocciole, fichi, mele, albicocca. Ma quello che ho notato destare il maggiro interesse è stato il pane fatto con le pere Pala, una piccola pera succosa coltivata in val Venosta, in particolare nei dintorni di Glorenza. Il suo aroma è molto intenso e ricorda quello del caramello e della cannella.
.


Vabbé, lo ammetto... non ho saputo resistere allo strudel... :D
.


foto di Bmdcc
© 2015 Bacio meglio di come cucino Tutti i diritti riservati




1 commenti:

Blog.Nadeshiko.it ha detto...

Pane, sbav... mi ispira quello alle pere!
e lo strudel! adoro lo strudel!!! :D